venerdì 9 gennaio 2009

Il pluripost che riassume tutto ^____^

Negli ultimi tempi mi sono dedicata ad alcuni lavoretti di panificazione che non avevano trovato ancora collocazione sul blog,quindi per non fare 10.000 nuovi post ho deciso di farne uno "contenitore" :-)

Questo che vedete qui sotto è il panettone gastronomico che ho impastato per la festa in pizzeria ( dove lavoro il fine settimana) che ho organizzato la notte dell'ultimo dell'anno,purtroppo non ho potuto farvi la foto del lavoro farcito perchè alle 8 i clienti erano già arrivati ed ho dovuto affrettarmi a preparare le brocche di aperitivo mentre la folla si era già pappata la metà del tavolo del buffet...se sono fortunata e Gabriella ha fatto un paio di scatti ve le posterò in seguito.


Mi piace la ricetta di questo pain brioche perchè viene morbido,ma non si sbriciola facilmente,quindi è l'idale per essere farcito.
Per una forma di carta da 1 kg servono :
450g farina manitoba
200g farina 00
3 uova
120g burro morbido
20g zucchero
8g sale
20g lievito di birra
200g latte tiepido

Setacciare la farina.
Sciogliere il lievito nel latte tranne una tazzina che terrete da parte per dopo.
Riunire tutti gli ingredienti nell'impastatore (o formate una fontana se lavorate a mano...in questo caso tutti gli ingredienti tranne il burro che verrà unito alla fine ) e impastate a media velocità per qualche minuto. Unite il sale sciolto nel poco latte tenuto da parte e continuate ad impastare fino a che il composto risulterà liscio e non appiccicoso.
Nel caso dell'impasto a mano unite il burro poco alla volta battendo l'impasto sulla tavola fino a che non lo avrà assorbito.
Mettere a lievitare l'impasto nella forma fino a che non avrà raggiunto il bordo dello stampo (in un luogo caldo ovviamente,ottimo è il forno spento in cui avrete inserito un pentolino d acqua bollente).
Cuocere a 180 per circa 40/45 minuti,fate la prova stecchinoe se dovesse risultare ancora crudo coprite la cupola con carta argentata e cuocete altri 10/15 minuti.

Questo sarà il risultato finale :-)

Quello che vedete sotto invece è un Danubio farcito con burro e mortadella...l'ho preparato per l'Omo l'ultima volta che si siamo visti ^________^
La ricetta è presa da cookaround ed è di Pincopallo,ma io l'ho modificata cambiando il tipo e la quantità dei grassi.
La ricetta originale prevede :
550g farina manitoba
250g latte tiepido
50g olio di oliva (io ho messo 100g burro morbido)
30g zucchero
10g sale
1 cubetto di lievito di birra
1 uovo medio
(io ho aggiunto una abbondante grattata di noce moscata che con la mortazza ci sta una favola e di pepe)


Si impasta tutto insieme a lungo,fino a che l'impasto non sarà soffice ma non appiccicoso,poi si divide in porzioni della stessa grammatura (quelle che vedete pesavano 50g) e si farciscono con quello che + vi piace (dolce o salato).
Io qui ho usato 150g di mortadella tritata e un cubetto piccolissimo di burro (l'Omo non gradisce i formaggi e il burro aiuta a far rimanere umido l'interno).
Si posizionano le palline sulla placca foderata di cartaforno in modo che siano separate per permettere la lievitazione e la crescita in cottura,poi si lascia gonfiare per un oretta circa.
Si spennella con un tuorlo d'uovo sciolto in mezzo bicchere di latte e si mette in forno preriscaldato a 180 gradi per una mezzora.
Il risultato è questo ...

Passiamo al pane al formaggio.
Kikka,la sorella dell'Omo, mi ha regalato questo preparato per il pan de queso (inserito in una deliziosa borsetta di lana cotta color prugna che mi piace tantissimo ma che purtroppo piace pure a mia sorella...le sta girando intorno come uno squalo!),
Io adoro il formaggio e queste palline sono state una rivelazione :-)
E' un tipo di pane SENZA GLUTINE che viene usato come antipasto o per l'aperitivo ed è di origine brasiliana.
Ho trovato in rete diverse ricette,ma siccome prevedono l'uso di una farina particolare dovrò trovarla prima di tentare l'esperimento casalingo :-/
Nel frattempo mi sono impastata questo mix e... p***a paletta! era meglio se lo tenevo in dispensa,me le sono mangiate tutta da solaaaaaaaaaaaaaa!
Queste palline hanno una crosticina invitantissima ma dentro sono dense, morbide e formaggiose,proprio il tipo di pane che piace a me.

Vi prego non contate quante son riuscita ad ingurgitarne,sappiate a mia discolpa che durante la giornata non ho mangiato altro....


Ed arriviamo all'esperimento di questa sera.
Sto leggendo un libro di Devon Scott dal titolo "I giardini incantati" e fra le descrizioni delle piante sacre,magiche e medicinali ho trovato la ricetta della Confettura di latte e vaniglia.
In sostanza è una ricetta quasi identica a quella del Dulche de leche,ma in questa compare anche la buccia di limone ad aromatizzare il tutto,pare che le bellezze creole della Louisiana la chiamassero "vaniglia che profuma di famiglia",perchè credevano predisponesse gli uomini a desiderare di gustare le gioie familiari...con la tipa che li aveva così felicemente presi per la gola ;-)
La ricetta prevede di bollire a bagnomaria un litro di latte fresco intero (io ho usato un'alta qualità) con una bacca di vaniglia e la scorza di un limone per dieci minuti,poi si aggiungono 400g di zucchero bianco e si passa in una pentola antiaderente o con fondo alto dove si lascia cuocere a fuoco bassissimo per 1 oretta circa mescolando frequentemente.
Il colore risulterà più chiaro del dulche de leche.
Quello che vedete sotto è il risultato...


Un a volta cotta si travasa in vasetti pulitissimi che andranno sterilizzati in pentola per 20 minuti. Si conserva 6 mesi al buio e al fresco.

Io non l'ho sterilizzata perchè ho la vaga impressione che non durerà a lungo ;-)
Però l'ho tolta di mezzo nascondendola in frigo dietro l'insalata...non la voglio nemmeno vedere...ho dato una leccatina veloce al cucchiaio e... DIO!
E' come una esplosione al sapore di mou,se la tenessi in vista mi corromperebbe troppo facilmente,invece dopo queste maledette feste Mucca deve pensare alla salute e alla panza,quindi niente schifezze,tante tisane e...vabbè dai giuro che do solo un'altra leccatina ^____^
baaaaaaci!

18 commenti:

Anna ha detto...

Bellissimi, anche io faccio spesso il panettone gastronomico slurp
bellissimi i panini,bravissima..ieri eri connessa su msn non ho fatto in tempo a salutarti...mi avrebbe fatto tanto piacere..
va bè sarà per la prossima volta..
Baciotti anna

Snooky doodle ha detto...

WOW che bellezza! Sei bravissima i brioche e tutto sono da meraviglia :)

desperate.houseviz ha detto...

ciao! è la prima volta che commento da te, di solito sono troppo impegnata a sbavare davanti al pc!

ma 'stavolta te lo devo proprio dire: fai male alla mia salute!!! :D

avrei una domanda, solo altamente intollerante al lattosio, cosa mi consigli per sostituire il burro nelle ricette di dolci?
la margherina (che mi tocca usare a volte) non mi convince, tu che sei molto brava e "dell'area pasticcera", forse sai meglio di me...

se non ti dispiace, ti inserisco tra i miei link e se ti fa piacere puoi fare lo stesso!

a presto!

ines ha detto...

accidenti, hai lavorato parecchio. quella crema mou me la copio subito. ciao cara.

Anonimo ha detto...

Ciao Mucca/Marika...
volevo dirti che il tuo blog è qualcosa d'incredibile!!! Una mia amica a Londra che ama cucinare è diventata dipendente del tuo sito... non la smette più di sfornare le tue ricette!
Comunque... inutile farti i complimenti, anche perchè si rimane senza parole guardando le tue opere ;o)!!!
Volevo darti una dritta... nello stesso posto dove Kikka ha trovato l'impasto già pronto per i pao de queijo (non faccio nomi per non fare pubblicità), puoi trovare anche il POLVILHO (azeido o doce) che è la farina con cui si fanno! Ho anche una ricetta collaudata se vuoi te la passo ;o)!
Detto ciò a quando un corso di cucina fatto da te???

Luca and Sabrina ha detto...

Mucca nostra ma quanto hai panificato e goduriosamente dolcificato. Quella cremina sa di erotico e peccaminoso. Attenzione a quando l'Omo se ne accorge!!!
Altro che pilloline blu, ti deve dare un'energia a 1000.
Sei bravissima!
Baciotto Sabrina&Luca

sorbyy ha detto...

Che belle cosine golose golose!!!!
Hai lavorato tantissimo ciao

Betty ha detto...

Mamma mia quante delizie!!!!
Passavo di qua per caso e mi son fermata un momentino...
Buona domenica
Betty

dolci a ...gogo!!! ha detto...

wow quante cose ad un certo punto nn ci ho capito piu niente:-)sei una panificatrice nata e a te la mdp ti fa un baffo!!!!mamma mia quante bonta!!bacioni imma

Tzun@mi ha detto...

Hai fatto delle cose meravigliose...mi sa che qualcosa proverò a farla anch'io!

ciaooo

LaFRA ha detto...

Vieni a ritirare il premio che ti ho assegnato per tutte le tue fantastiche ricette?!?!
Ciao!

GG ha detto...

Se passi da me, c'è un premio per te!!!
GG

Debby ha detto...

Invitanti le tue ricettine! Mi immagino una bella spalmata di quella cremina su una fetta di pandoro... gnam gnam!

Muccasbronza ha detto...

Per Anna :
mi spiace ma mi connetto raramente :-) ho sbirciato sul forum di Mysia,che belle cosine hai realizzato!

Per la casalinga disperata :
ti verrò a trovare,promesso ;-)

Per Luca e Sabrina :
Ringraziando il cielo l'Omo da quel punto di vista se la cava egregiamente,anzi,forse dovrei iniziare a somministrargli piiiiiicole quantità di bromuro di nascosto....tanto per recuperare sonno! ^____^
Oppure potrei seguire il tuo consiglio e papparmi la confettura di latte tutta da sola...come sono macchiavellica,hai visto che razza di giustificazioni riesco a trovare per pescare nel vasetto un altro cucchiaino di questa roba????
E' una droga! :-)

Per Lafra e GG :
Grazie mille e un bacione a tutte e due :-*************

Per tutte le altre :
baci come se piovessero,vengo spesso a fare giretti tra i vostri blogs,scusate se commento poco ma vado sempre di corsa,cmq vi seguo sempre con affetto e curiosità.

Muccasbronza ha detto...

Dimenticavo!!!
Per "anonima" (amica di Kikka?)
grazie! mi sa tanto che sfrutterò l'Omo e lo manderò a fare la spesa per me ;-)
Saluta e ringrazia la tua amica a Londra per le visite sulla Mucca.
Corsi di pasticceria tenuti da me? mi pare un pò esagerato h hh h hh... ma confesso che ogni tanto mi piacerebbe cucinare insieme a qualche amica,magari incontrarci a casa dell'una o dell'altra,purtroppo non ho amiche che gradiscono il lavoro dietro ai fornelli :-/

Per quanto riguarda la sostituzione del burro nei dolci,ci sono margarine di ottima qualità anche arricchite di principi come omega 3 o alleggerite in grassi,ma se non ti fidi del prodotto puoi sempre optare per il caro vecchio olio di oliva o di semi (quello di semi è quasi insapore e si adatta benissimo a tutti i tipi di dolci,sceglilo magari di girasole,che è il migliore e non di semi vari)

Ciao :-)

Alessandra ha detto...

Ciao Mucca!
Innanzittutto tantissimi complimentoni... curioso spesso nel tuo blog e l'ho aggiunto ai miei siti preferiti: sei davvero una bomba di idee... e sei brava a realizzarle :)
Mi spiace che le tue amiche non gradiscano l'arte culinaria, mi spiace soprattutto perchè son della provincia di Padova, sennò un saltino l'avrei fatto volentieri ;)
Volevo chiederti una cosina riguardo al panettone salato: tu non gli fai fare la seconda lievitazione? Cosa potrebbe dargli in più o in meno? Mi cimento da poco con lieviti etc e vado abbastanza in crisi con queste piccole cose (che, magari, compromettono la riuscita del prodotto :( ).
Ti ringrazio tantissimo per i suggerimenti...
Buon lavoro!!!

intelligence ha detto...

leather handbags
bags
bag
handbag
handbags

Anonimo ha detto...

ma era un alveare o una tartaruga