domenica 25 gennaio 2009

Cioccobanana alla crema

Ho fatta questa crostata l'altro ieri e ancora ieri....perchè la prima se l'erano spazzolata tutta nel giro di 15 minuti.
Ieri sera l'ho fatta in gran fretta perchè mi serviva un dolcetto da portare al Baffo (il proprietario della pizzeria-pub dove io lavoro) infatti le foto che vedete le ho dovute fare sul tavolo davanti al bar :-)
...mentre i tizi che avevano chiesto il dolce e il caffè aspettavano in sala!!!

La pasta frolla l'ho presa su questo libro :


Me lo sono regalato il giorno del mio 30esimo compleanno e mi piace tantissimo!!!
Pensare che ero andata in libreria solo perchè avevo voglia di prenderemi un'agenda... me lo sono trovato davanti,ho iniziato a sfogliarlo e non sono più riuscita a rimetterlo sullo scaffale,si era praticamente incollato ai polpastrelli ^____^

Dentro c'è una bella selezione di dolci anglosassoni e a proposito di questo tipo di dolci,vi ricordate i cupcake fioriti del mistero?
In pratica mi erano serviti per fare delle foto da inviare a una gentilissima giornalista del corriere della sera che stava facendo un articolo sul genere e mi ha intervistata essendosi imbattuta in Muccasbronza :-)
La mia mucchina è apparsa sul giornale,è stata una cosa veramente divertente.

Le foto del libro sono bellissime,manco a dirlo...ho già provato a fare i macaroons al cocco ma se li sono spazzolati prima di poter fare anche solo uno scatto,veramente divini,li rifarò presto e posterò la ricetta,promesso!

Intanto eccovi la ricetta della frolla,io ho fatto mezza dose :
220g burro freddo a pezzetti
150g zucchero semolato
270g farina
50g farina di riso
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
1 uovo

Scaldare il forno a 160 gradi.
Lavorare nel robot da cucina tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo,ma senza scaldarlo troppo.
Impastarlo a mano per qualche secondo su un piano di lavoro leggermente infarinato.
Se non l'avrete lavorato troppo sarà già pronto da stendere,in caso contrario potete metterlo in frigo per 15 minuti o 1/2 ora.
E' una buona frolla da crostata o per biscotti un pò rustici,non la userei però per i pasticcini.

Qui sotto vedete la fetta tagliata della cioccobanana,uno strato di frolla,uno di banane fiammeggiate con rhum e zucchero di canna,uno strato di crema pasticcera alla vaniglia e scaglie di cioccolato fondente grattugiato,i ciuffi di panna sono facoltativi,ma per me la rendono ancora più golosa.


Nello zoom si vedono ancora meglio i vari strati della farcia...


La crema è stata fatta con :
1/2 litro di latte intero
6 tuorli
125g zucchero semolato
40g amido di mais
1 bacca di vaniglia
8g di gelatina (colla di pesce in fogli)

Mettere la gelatina a bagno in acqua fredda.
Scaldare il latte insieme a metà zucchero e alla bacca di vaniglia fino a portarlo quasi all'ebollizione.

Sbattere i tuorli con lo zucchero rimamente ed unire la maizena.
Versare il latte caldo sull'impasto di uova e mescolare per bene.

Recuperare la vaniglia,incidere la bacca ed unire i semini alla crema.
Rimettere sul fuoco e cuocere per 2 o 3 minuti dall'ebollizione mescolando sempre per evitare che bruci.
Una volta tolta dal fuoco unite la gelatina e mescolate facendola sciogliere per bene.
Fare raffreddare un pò sbattendola ogni tanto con la frusta per evitare la formazione della pellicina.


Nel frattempo distribuire le banane sul fondo della crostata già cotta spolverizzarle con lo zucchero di canna,bagnarle leggermente con il rhum scuro e poi con un cannello da pasticcere (o come la sottoscritta con una bomboletta per scaldare la guaina!!!) fiammeggiate caramellando il tutto stando attenti al rhum che potrebbe prendere fuoco (togliete il condizionale!).

Una volta pronto il fondo potete versare piano piano la crema sulle banane e livellare la superficie del dolce con una spatola o un cucchiaio.
Mettete in frigo a rassodare per un paio d'ore.


Quando sarà ben fredda sformatela con delicatezza e decoratela con le scaglie di cioccolato e la panna montata...e poi buona pappa!
A noi è decisamente piaciuta ^____^
la tripletta banana,rhum e cioccolato non delude mai e la crema alla vaniglia completa perfettamente il dolce, per i più peccaminosi si potrebbe provare a mettere uno strato di ganache al cioccolato fondente sulla frolla prima di posizionare le banane...ma diventerebbe una bomba calorica!


Fate vobis ;-)

baci,

Mucca

8 commenti:

sorbyy ha detto...

MMMMM Buonissima!!!
La fetta una vera belezza !!!
Ciao

ranapazza65 ha detto...

Ciao Marica ,sono Anna,veramente stupenda questa crostata!!!
da provare..bravissima come sempre
baci anna

Snooky doodle ha detto...

che bella crostata. mi ricorda tanto la banoffee pie che e una crostata con le banane, caramello e panna. buona pure. Questa la provo. il rum e un bel tocco di bonta :) mi piacerebbe comprare quel libro vedo se lo trovo :)

Snooky doodle ha detto...

ma quando si stende la cream e si mette in frigo per raprendere non si forma la peliccina? o forse dato che e fredda diga non si forma?

Morettina ha detto...

Complimentissimi.... si vede proprio che è una goduria pazzesca!
Ciau

ines ha detto...

che goduria, ragazzi. Anche se oggi non ho fame per via del'influenza, la assaggerei volentieri. un bacio

chiara ha detto...

sei bravissima!Marica...sei bravissima!
AH...ho comprato "sfida al mattarello" delle Simili...come mi avevi consigliato! Volevo ringraziarti per il consiglio!
adesso mi segno anche questo libro...

Muccasbronza ha detto...

Grazie :-)
devo ammettere che prima di staccare ed andarmene me ne sono tagliata una fetta tutta per me...alle banane non resisto!!!

Snooky : La pellicina non si forma,ma se vuoi andare sul sicuro metti un foglio di acetato sopra il dolce.

Chiara : sono contenta che il consiglio ti sia stato utile,ma era superfluo,i libri delle sorelle Simili andrebbero comprati in blocco tipo enciclopedia!!! vero ? :-)

Ines : riguardati e fatti coccolare :-)