sabato 7 febbraio 2015

CASTAGNOLE AL FORNO




Cosa si fa quando ti viene voglia di castagnole ma sei in un posto in cui proprio non puoi friggere??? Beh...te le fai al forno!
Io e Omo siamo scappati per qualche giorno nella sua casetta in montagna, una bomboniera piccina piccina di 20 metri quadrati in cui c'è quasi tutto, ma la zona notte e quella giorno non sono separate da nessuna porta, quindi bisogna fare attenzione a ciò che si cucina e poi lui ha deciso per un pò di stare leggero per ciò i fritti di carnevale erano proprio da dimenticare...
La ricetta l'ho trovata girovagando di foto in foto su uno di quei contenitori di immagini ma l'ho un pò modificata per renderle veramente soffici nonostante la cottura in un fornaccio di quelli a gas.
In teoria una volta fatte possono essere mangiate così con appena una spolverata di zucchero a velo oppure si possono bagnare in un liquore a piacere e rotolare nello zucchero semolato. Noi non avevamo liquori e comu que Omo non li gradisce, così abbiamo usato per metà  uno sciroppo di zucchero e limone e l'altra metà le abbiamo bagnate nel caffè ristretto.

250g di farina per dolci
50g di fecola
150g ricotta di mucca
70g zucchero
2 pizzichi di sale
8g lievito chimico per dolci
1 uovo
2 cucchiai di olio di semi o di oliva ma dal gusto delicato
2 o 3 cucchiai di latte


Setacciate la ricotta ed unite lo zucchero, il sale, l'uovo e le scorze di agrumi, con un cucchiaio di legno amalgamate per bene il composto, aggiungete l'olio ed un cucchiaio di latte e fate assorbire.
Setacciata la farina con la fecola ed il lievito sul piano da lavoro, formate una fontana al centro del mucchio e versateci dentro il composto.
Lavorate velocemente prima con una forchetta e poi con le mani formando un panetto morbido ma non appiccicoso.
Sistemate la pasta in una ciotola di plastica a coprite con un pò di pellicola quindi lasciate riposare mezz'ora.

Nel frattempo preriscaldato il forno a 180 gradi inserendo all'interno anche un pentolino di acqua calda per generare vapore.

Finito il riposo riprendere la pasta e formate 4 salsicciotti di 2 cm di diametro da cui ricavare te tante porzioni di 2 cm, ognuna delle quali dovrà essere rotolata nel palmo delle mani per formare delle sfere.
Posizionare le castagnole su una placca antiaderente o foderata di carta da forno ed infornare per 12-15 minuti di cui i primi 8 con vapore e poi togliendo il pentolino. 
Le palline non diventeranno mai come le castagnole fritte, ovvero di un bel marroncino, saranno soltanto leggermente dorate, ed è così che devono essere! Quindi non stracuocetele perchè potrebbero diventare troppo asciutte.




A questo punto non vi resta che fare raffreddare e scegliere la finitura :-)

Volendo renderle più golose potete aggiungere all'impasto iniziale 70g di uvetta ammollata nel rum oppure di gocce di cioccolato.

Noi le abbiamo gradite parecchio. Una tira l'altra perchè sono leggerissime... però così è una vera fregatura perchè se ne mangiano davvero  troppe ed alla fine abbiamo saltato il pranzo ;-)

Fatemi sapere se vi sono piaciute, mi raccomando.
Baci come sempre,

Mucca

6 commenti:

andreea manoliu ha detto...

Cotte nel forno, sono da provare. Molto più leggere !

Günther ha detto...

devo dire che hanno un magnifico aspetto ricetta da provare

Mila ha detto...

Stupende anche cotte al forno!!!!

paola ha detto...

ciao,ti avevo perso di vista, che buone preparazioni hai postato negli ultimi tempi,queste castagnole non sembrano proprio al forno grazie cara,mi aggiungo ai tuoi letoeri così non ti perdo più alla prossima

Claudia Burroni ha detto...

ciao, volevo sapere che tipo di farina è quella per dolci, e se cambia qualcosa se uso quella normale 00.. grazie

Muccasbronza ha detto...

Puoi usare anche quella normale, nessun problema :-)